Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie per i soci > Notizie ed eventi > MISSIONE UMANITARIA IN UCRAINA

MISSIONE UMANITARIA IN UCRAINA

18.03.2022

Il presidente ACI Biella, Andrea Gibello, e i volontari in viaggio per salvare 21 mamme e bimbi ucraini.

Continua la missione umanitaria.

E’ tornata a casa la missione volontaria di solidarietÓ promossa da alcuni biellesi a favore dell’Ucraina. Cinque minibus con medicinali e viveri erano partiti lunedý 7 marzo sotto la spinta di Gabriele Bodo e Davide ZappalÓ, ai quali si sono aggiunti Andrea Candido, Sandro Chiorino, Alberto Fenoglio, Roberto Nocentini, Luca Pelle, Agostino Rispoli e Andrea Gibello, il presidente dell’Automobile Club di Biella.

"Due gli obiettivi, ha dichiarato Gibello - stanco ma contento della riuscita dell’operazione - portare medicinali all’ospedale di Chernivtsi e generi alimentari in direzione Siret". Interminabili le ore di viaggio, le insidie del freddo, della neve, l’ingorgo dei mezzi e le lunghe ore di attesa. Per percorrere 280 chilometri invece delle consuete 3 ore ne sono state necessarie oltre 8. Il gruppo al rientro ha ricevuto il grazie di Gilberto Pichetto, viceministro allo Sviluppo Economico.

"Abbiamo visto code interminabili di donne in piedi e al gelo con i loro bambini, pesanti zaini e trolley senza distinzioni di etÓ - ha affermato Gibello. Da loro mai una richiesta, un lamento o un pianto, con i padri che voltandosi tornavano indietro". I biellesi sono tornati con 21 tra donne e bambini, alloggiati nella casa-famiglia di Cossato. C’Ŕ chi resterÓ qui, chi, invece, raggiungerÓ parenti e conoscenti a Roma e Napoli.

Ma la missione umanitaria continua: sono giÓ ripartiti due pullman carichi di viveri e materiale sanitario in viaggio verso la Moldavia e il confine rumeno-ucraino. Il gruppo di volontari non si conoscevano ma condividevano un obiettivo comune: aiutare il popolo ucraino in questo momento di difficoltÓ.

La situazione Ŕ davvero drammatica, bisogna fare in fretta per cercare di portare quante pi¨ donne e bambini lontano dal conflitto. Iniziative come queste andranno avanti, sicuramente il 24 marzo partirÓ un nuovo convoglio, questa volta con 3 pullman vista la grande solidarietÓ dei cittadini biellesi.