Vai direttamente ai contenuti

Home > Sicurezza stradale

Sicurezza stradale

La rotatoria o rotonda pu˛ essere definita tecnicamente, come intersezione o incrocio stradale.
In sostanza Ŕ composta da un’isola centrale alle cui estremita’ troviamo ramificazioni stradali, che non necessariamente sono geometricamente sistemate ed opposte fra loro. Infatti, in alcuni casi le rotonde hanno una forma allungata, a forma d’uovo o addirittura a doppia circonferenza, a forma di 8.
gli obiettivi che scaturiscono dalla loro realizzazione sono molteplici:

  • miglioramento della fluidita’ del traffico;
  • riduzione dei sinistri stradali e della loro gravitÓ;
  • riduzione della velocitÓ dei veicoli;
  • riduzione delle emissioni nocive e dell’intensitÓ dei rumori;
  • possibilitÓ per i mezzi pesanti e non, di compiere in sicurezza la manovra di inversione di marcia.

Nella nostra cittÓ il tipo maggiormente utilizzato Ŕ quello di derivazione “francese”, caratterizzata dal diritto di precedenza per i veicoli che circolano all’interno della stessa. Quindi i veicoli che accedono all’area, debbono fornire la precedenza a quelli che giÓ transitano sulla rotatoria.

NEI PRESSI DELLA ROTATORIA OCCORRE...........

  1. rallentare per verificare la presenza di veicoli all’interno della stessa, fornire la precedenza e poi immettersi senza bisogno di segnalare questa manovra a coloro che ci seguono;
  2. che i veicoli in entrata o in uscita dalla rotonda devono dare la precedenza ai pedoni ed ai ciclisti sui rispettivi attraversamenti stradali;
  3. che i veicoli in entrata diano la precedenza a quelli che giÓ transitano sulla rotatoria;
  4. ridurre adeguatamente la velocitÓ, prestanto molta attenzione, nella fase di immissione, alla segnaletica posta all’intersezione con la rotatoria.

Se le corsie lo consentono Ŕ possibile circolare per file parallele.

E ALL’INTERNO DELLA ROTATORIA..............

  1. I veicoli che giÓ transitano all’interno della rotatoria, hanno il diritto di precedenza rispetto ai veicoli in entrata, anche se questi ultimi prvengono da destra o da strade di primaria impotanza;
  2. nel caso di rotatorie provviste di due o pi¨ corsie di scorrimento Ŕ buona norma impegnare la corsia pi¨ esterna quando si deve svoltare nella prima strada a destra, viceversa sarÓ opportuno impegnare la corsia interna quando di debba percorrere larga parte della rotatoria;
  3. Ŕ obbligatorio segnalare ogni cambio di corsia per mezzo degli indicatori direzionali, ed Ŕ obbligatorio dare la precedenza ai veicoli che giÓ stanno percorrendo la corsia che si vuole occupare;
  4. ogni manovra all’interno della rotonda e comunque ogni qual volta si debba lasciare la rotonda per immettersi in una strada laterale, Ŕ obbligatorio segnalare tale intenzione per mezzo degli indicatori di direzione (le frecce).